Riverberi dalla Conferenza sulla ripresa dell'Ucraina

La Conferenza sulla ripresa dell'Ucraina si è svolta a Lugano il 4 e 5 luglio 2022. Il 2 luglio, una piccola ma suggestiva passeggiata all'insegna del motto: NEUTRALITÀ ha preceduto la conferenza. Il piccolo gruppo proveniente dalla Svizzera tedesca e dal Ticino è stato accompagnato, o meglio guidato, da convinti cercatori di libertà. Le persone a bordo strada hanno reagito positivamente quasi senza eccezioni, affermando il desiderio di una reale neutralità. Contemporaneamente, i giovani comunisti e i partiti operai di Bellinzona hanno tenuto una conferenza e un breve sit-in sullo stesso tema. Nessuno è stato ostacolato.

La conferenza sull’Ucraina del 4 e 5 ha lasciato nelle persone critiche trepidazione, rabbia e vergogna.

Si trattava di una conferenza di “conciatori che discutevano di una pelle d’orso”.

Quale dei 40 Paesi invitati fosse presente rimane nell’oscurità.

Nel suo discorso attraverso lo schermo, Selenski è apparso un po’ più amichevole e meno esigente del solito: il Presidente Cassis potrebbe essere soddisfatto del suo amico.

 

Cassis, in qualità di organizzatore, si è dimostrato uno studente molto educato al servizio della Nato, dell’UE e del Grande Reset con la sua radiosità e conciliazione.

Il Consiglio federale ha dato il suo appoggio?

Con Ursula Von der Leyen si è arrivati quasi a un eclat. Vuole rimanere la salvatrice dell’Ucraina!

Le reazioni dei media sono state cautamente critiche, quelle dei WELTWOCHE più aperte.

Il titolo del giornale: “FLOP DI LUGANO”.

“Cosa rimane della Conferenza per la ricostruzione dell’Ucraina?

La Svizzera come staffiera dell’UE: festa finita, foto in scatola”.

I commenti sono taglienti senza eccezioni:

– “Dare l’esempio è l’auto-elogio più mendace, attualmente molto richiesto”.

– “Cassis come goccia di pipa… una vergogna per la Svizzera, che avrebbe davvero avuto qualcosa da offrire……. Anche Cassis è un discepolo del WEF?”.

L’8 luglio la Russia viene dichiarata nemica dalla NATO.

Il 9 luglio Selenski chiede ancora più soldi. Sostiene di voler proteggere l’Europa.

Congeda gli ambasciatori “disobbedienti”.

Putin tiene un discorso fantastico, che può essere visto e ascoltato su YouTube:

https://youtu.be/VaLWX1PnV5w   

Se noi in Svizzera vogliamo davvero resistere, abbiamo del lavoro da fare!

10 luglio 2022,Ursi Herzig

Zaccaria Giacometti | 1893 - 1970 Schweizer Staatsrechtler

Iniziativa GIACOMETTI

l’iniziativa GIACOMETTI noi sosteniamo l’iniziativa … Alleanza per la Costituzione Svizzera sostiene l’iniziativa GIACOMETTI L’”Iniziativa GIACOMETTI” chiede la conferma delle leggi federali emanate d’urgenza da

Read More »

L’elezione sono terminate

Amici de la costituzione L’elezione sono terminate… ALLEANZA PER LA COSTITUZIONE UN ELOGIO DELLA LENTEZZA VELOCE… UN BREVE SAGGIO. Il 20 aprile, i voti sono

Read More »

Comunicato

Comunicato Comunicato 5 aprile 2022 La neonata “Alleanza per la Costituzione Svizzera” è stata rafforzata: Corinne Beringer, Fritz Jordi e Barbara Scherrer sono entrati nel

Read More »
Verfassungsbündnis Schweiz
Postfach 5001 Aarau
admin@verfassungsbuendnis.ch
Schwyzer Kantonalbank
IBAN: CH65 0077 7009 2358 7091 8

Social Media